Sei qui
Home > Formazione e pedagogia > Arte ed educazione

Arte ed educazione

Arte ed educazione presentano dei punti in comune, atteggiamenti che caratterizzano sia l’artista che l’educatore. In primo luogo l’irripetibilità: così come l’artista fa emergere l’unicità e l’originalità della sua opera d’arte, anche l’educatore si impegna a promuovere le risorse di ciascuno, i talenti dell’educando, riconoscendogli una dimensione unica e irripetibile. In secondo luogo,  l’atteggiamento di accettazione dell’altro, ossia il riconoscimento della dimensione dell’alterità e la disposizione interiore all’incontro. Ancora, l’empatia, la partecipazione al mondo dell’altro restando se stessi, nonché la possibilità di cogliere ciò che si è in potenza, ciò che si può diventare. Infine, la reciprocità: l’incontro con l’altro, con il “diverso da me”, ci cambia, ci presenta una nuova prospettiva.

L’arte, nelle sue diverse forme, è momento di condivisione, pertanto consente anche l’educazione alla socializzazione.

Altro aspetto costitutivo dell’educazione artistica sta nel suo valore emotivo: l’arte veicola le emozioni. Musica, lettura, poesia, teatro, fotografia permettono a tutti, in modo particolare a ragazzi e giovani, di esprimere se stessi, mettendo in luce le parti più profonde di ciascuno.

L’educazione autentica è quella che si fa carico di tutte le possibilità cognitive, mentali, artistiche, estetiche, etiche e professionali dell’uomo, attraverso un processo che non vede mai la parola fine, ma che si protrae lungo tutto l’arco della vita, un work in progress.

Nel mondo di oggi, dove tutto corre veloce, dove la continua evoluzione è all’ordine del giorno, dove le informazioni viaggiano a velocità spaventosa, è quanto mai necessario sviluppare la capacità di apprendere ad apprendere: si tratta di un atteggiamento mentale caratterizzato dalla flessibilità, dalle capacità adattive e di rielaborazione dei curricoli formativi e professionali. Qui entra in gioco anche l’educazione alle forme artistiche, che stimola spunti, prospettive diverse, e mantiene desta l’attenzione, la curiosità, il volersi mettere in gioco di piccoli e grandi.

Top